Pubblicato da: Giuseppe Piazzese | 03/10/2010

La mia opinione sul Papa a Palermo


Fin adesso, nonostante le polemiche, con accuse e difese di parrte, proliferassero, ho preferito non spendere parola rispetto alle mie opinioni riguardo alla visita a Palermo del Papa Benedetto XVI, e non per evitare di essere tacciato di bigottismo cattolico o di rivoluzionismo clericale, quanto piuttosto perchè era necessaria un’accurata meditazione, che fosse confortata da un dato oggettivo e inequivocabile, oltre 100.000 credenti che nonostante la bella domenica soleggiata che avrebbe permesso una piacevole giornata di mare, nonostante i numerosi disagi legati alla lontananza per molti e la possibile stanchezza per tanti, hanno deciso di non mancare a un’appuntamento che rimarrà indelebile nella loro memoria.

Ciò che penso rispetto alla visita pastorale del Papa a Palermo, è che molti soldi che sono stati spesi, non per volontà sua o dell’Arcidiocesi di Palermo, potevano essere risparmiati e magari utilizzati per le tante esigenze della nostra città e della nostra terra.

Penso altrettanto che ingenerosi sono stati manifesti e azioni di chiusura nei confronti di questa visita, da parte di chi non gradiva per motivi politici o posizioni preconcette.

Credo che la massiccia presenza sia la miglior risposta a chi ha sollevato polemiche, questioni, dubbi, etc!!

Annunci

Responses

  1. Mi piace

  2. Mi pare riduttivo fondare un giudizio di valore, se vuoi “politico”, su un dato quantitativo.
    A proposito: se non ricordo male alla messa di Giovanni Paolo II all’ippodromo di Palermo nell’83 assistettero 400.000 persone.
    Mi manca però il dato dell’ammontare delle spese.

    • Concordo, ma è comunque importante mettere in evidenza quanti, in barba alle polemiche, hanno apprezzato la visita del Papa, dando poco conto alle polemiche (non parlo solo del dato meramente economico delle spese) che si sono susseguite in questi giorni!!

      • Cosa è questa risposta l’applicazione estesa del populismo/sondaggismo?
        Anche le pubbliche esecuzioni capitali sono apprezzatisse e siguitissime dal pubblico.

      • Ma che vuol dire?!?!!?Non c’entra il populismo, c’entra invece la capacità di trasmettere buonsenso al cuore degli uomini!!

  3. Piccolo appunto sul primo pensiero: “oltre 100.000 credenti che nonostante la bella domenica soleggiata che avrebbe permesso una piacevole giornata di mare”, beh a leggerlo così sembra quasi che se avesse piovuto ci sarebbero stati più fedeli, cosa che ovviamente fa sorridere, diciamo che le condizioni climatiche non potevano essere migliori, è ciò fa piacere anche a me nonostante la mia dichiarata posizione anticlericale ma sempre rispettosa della altrui fede. ” 2,5 mln di euro dei quali 800.000 spesi tra palco ed attrezzature sono il chiaro sintomo di come le amministrazioni locali mercificano tutto, persino la fede, con buona pace dei divulgatori della parola di Dio che nemmeno si interrogano sulla effettiva veridicità dei costi inseriti nella generosa nota spese. Non si interroga nessuno ma si sa che alcuni ci mangiano, e il piatto sembra ricco! Ora, a parte la facile ironia che le cronache degli ultimi tempi (scandali IOR, pedofilia, posizioni omofobe contro gli omosessuali, contraccezione, condanna assoluta del divorzio ma solo se non sei una persona in vista mentre se lo sei puoi anche guidare il Partito dei Cattolici, etc…), bisogna dire che non c’è assolutamente intransigenza nei confronti del Papa e dei suoi fedeli, nessun anticlericale ha mai pensato di dire che è delittuoso essere seguaci di chi rappresenta così tante contraddizioni… Eppure vengono additati come reazionari, intransigenti e quant’altro!!! Mentre chi impone dogmi, chi evoca lo stato etico, chi influenza le decisioni politiche di un paese, chi percepisce pubblico denaro per le loro scuole private a scapito delle pubbliche statali, chi sfratta invalidi dai loro appartamenti per realizzare maggiori quantità di denaro è sempre la vittima….. Il mondo va così che dobbiamo fare?

    • E’ chiaro che non era quello l’intendimento, concordo sulla mercificazione che spesso viene fatta con risorse pubbliche, per il resto rimango fermamente convinto che la figura di Pastore dei Cattolici, per quanto possa non piacere, rimane comunque importante per me e per tutti coloro che credono sia utile una guida verso il Regno dei Cieli!

  4. Solo le parole, solo la presenza del Papa non risolve ne i problemi a Palermo, ne i problemi su tutto il mondo, si deve agire, operare contro la corruzione, ma i soldi reggono il mondo – questo è il problema! Date a titti agli uomini una proffessione, un bel posto di lavoro ed ai bambini educazione, cultura e conoscenze, e due problemi siano risolti!

    • L’azione spetta alla politica, i moniti morali, il parlare ai cuori spetta al Papa…

  5. Caro Giuseppe,
    nel pieno rispetto del credo religioso di quanti hanno partecipato ad un evento tanto straordinario per la nostra città, concordo con te, condividendo il tuo pensiero sugli eccessi che hanno comportato una spesa estremamente onerosa per la nostra isola.
    Come cittadina laica non posso non considerare che un paio d’ore di funzione religiosa, hanno avuto, la priorità su tante altre esigenze e necessità con cui noi tutti ogni giorno ci scontriamo, vivendo in questa splendida isola e accettandone con pazienta i tanti disagi.
    La cerimonia religiosa si è ormai conclusa…quale vantaggio per Palermo e la Sicilia…?!
    Forse le polemiche che hanno preceduto la visita del Papa infondo non erano così infondate, (mi scuserete il gioco di parole).
    100mila, circa, hanno appagato un bisogno spirituale….ma a Palermo siamo oltre un milione…e di fondi ne abbiamo pochi….mi chiedo quanto siano corretti verso l’intera società simili sprechi….la Chiesa che cura il benessere delle anime ha davvero bisogno di manifestazioni tanto eclatanti?!
    Lo so che viviamo in un sistema, che spesso ci impone scelte di questo tipo, alla quale non sempre è facile sottrarsi, ma per noi dovrebbero valorizzarsi le VERE NECESSITA’ per promuovere e migliorare la vita dei siciliani CATTOLICI e NON.
    Del resto la storia della religione cattolica ci insegna che per predicare basta l’umiltà, accompagnata da un saio e un paio di sandali…
    Grazie!

    • Cara Maria, sono convinto che la nostra città abbia tante esigenze, e che tanti soldi per l’organizzazione della presenza del Papa al Palermo sono stati spesi superfluamente.Purtroppo non si comprende che bisognerebbe fare la giusta distinzione tra necessario e superfluo.Tante le spese mai richieste dalla Diocesi di Palermo e da Città del Vaticano, ma comunque costi che si sono sostenuti!!

    • Sig.ra Maria, mi trova completamente concorde con il suo pensiero

    • Sfortunatamente, nessuno della nostra redazione ha potuto parteciapare alla visita del Papa ma non siamo rimasti indifferenti alla vicenda.
      Dai commenti che ho letto penso che i punti chiave della questione siano già stati messi in evidenza: le necessità economiche dell’isola contro la fede.
      Deduco, come la Storia ci insegna, che la verità stia nel mezzo!!
      Questa visita probabilmente doveva essere fatta in un altro momento così da poter essere meglio gestita perchè capisco che la missione della Chiesa è quella di salvare le nostre anime ma non mi sembra il caso di fare arrivare in paradiso (si spera … e per chi ci crede) queste, già povere, anime anche “morte di fame”!!
      Vorrei aggiungere che anche a me sorge il forte dubbio che qualcuno abbia “mangiato” andando a gonfiare le spese!!

  6. è stata un,emozione per me e la mia famiglia e con le lacrime agli occhi ho meditato l,omilia del santo padre ,io vivo una realta tragica perche sono un artigiano di palermo vittima della mafia e capisco ogni bisogno sia spirituale che economico in modo particolare ,per palermo e la sicilia questa visita del papa è un miracolo poi ognuno la pensi come vuole.

  7. Oggi oltre 100.000 persone per la Messa del Papa. Quando Gesù, il Figlio dell’Uomo, tornerà sulla terra, quante persone andranno ad incontrarlo? Probabilmente molti di meno stando alle sue parole: “Ci sarà ancora chi crederà in lui”?. Il Papa ci proietta nel futuro come fanno i politici; ma se l’ultimo futuro è quello che afferma Gesù, che saranno ben pochi quelli che crederanno in lui, le parole del Papa non troveranno un riscontro effettivo della fede. La fede senza le opere non serve a nulla. Sarebbe stato utile che il Vaticano si fosse attivato attraverso i politici con opere concrete per i giovani della nostra isola che sono il presente e il futuro.

    • Ripeto il commento di prima: al Papa spetta parlare ai cuori, ai politici spetta l’applicazione della fede nel fare di tutti i giorni!!

  8. Palermo e palermitani!Sicilia e siciliani!mmma!Invece di fare tutte queste polemiche su quello che è stato scritto prima dell’arrivo del Pontefice, sui soldi che sono stati spesi, (polemiche create per vendere giornali!)qualcuno ha riflettuto su quello che è stato detto?

  9. Tutti avete incentrato la vostra attenzione sui soldi, sempre soldi, solamente soldi.
    Al Papa il compito di collegarci con il trascendente, i mezzi di comunicazone oggi impongono certe spese.
    Per le soluzioni materiali poi,non fu detto “date a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio?

    • Il compito di “collegarci con il trascendente” sarebbe del papa? Che teologia è? Deve sfuggrimi qualcosa!
      Hai dato del “medium” al Papa!!

      • Adesso non fare il pignolo, sai benissimo a cosa si riferisce!!!

  10. Il papa a Palermo?

    in perfetta linea con la politica dei “Grandi eventi”.

    Lo stile della sua presenza esprime perfettamente la decadenza del popolo e dei suoi valori morali.
    La sapeva lunga Giovenale: Panem et circenses….

    ma solo per un giorno.

  11. Qualcuno ancora si illude che spenderanno soldi per palermo! mah!
    sono contento che almeno quei 2,5 mln di euro siano stati spesi per un evento a cui 100.000 persone hanno partecipato con fede.
    Se non fosse venuto il Papa quei soldi sarebbero serviti per pagare i mille consulenti esterni, le centomila cene di gala o le sponsorizzazioni di manifestazioni comunali sballate…
    Non illudetevi soldi per immondizia, trasporti e strade non verranno mai spesi!!
    Circa la visita del Santo Padre ritengo sia stato l’evento spirituale e, soprattutto, politico più importante avvenuto in sicilia negli ultimi anni: il Papa è venuto ad incoraggiare la gente per bene (la gente onesta che lavora, paga le tasse e rispetta le regole) a non mollare dinanzi ad una realtà palerminata che oggi giorno ti spinge a mollare tutto e andare via.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: